Pi Network In-App Transfer Findings

Risultati del trasferimento in-app
Negli ultimi 3 mesi, circa 300 Pionieri hanno partecipato a un pilot di trasferimenti in-app di Pi. Lo scopo del pilot di trasferimento in-app è di aiutare il bootstrap dell’economia peer-to-peer di Pi aiutandoci a identificare ciò che i Pionieri sono disposti a offrire in cambio di Pi, nonché ciò che i Pionieri vogliono acquistare con il loro Pi. Oltre a gettare le basi di un’economia sana per Pi, Pilot è anche progettato per aiutarci a capire cosa potrebbe andare storto in modo da evitare potenziali abusi di Pi e della sua comunità.

I membri pilota sono stati selezionati in base alle raccomandazioni della comunità e ai loro precedenti contributi all’ecosistema Pi. Per proteggere i Pionieri dall’essere ingannati da robot e cattivi attori che pagano con “Pi” che verrà bruciato prima di passare alla rete principale, i partecipanti dovevano verificare la loro identità (o eseguire KYC). Inoltre, i termini del pilota proibivano severamente qualsiasi transazione che riguardasse la valuta legale (come la vendita di Pi per dollari).

Come ci aspettavamo, il pilota ha mostrato segnali promettenti e stimolanti. Sul lato promettente, le transazioni hanno dimostrato che i pionieri hanno molti beni e servizi interessanti da offrire per Pi. Esempi di tali transazioni inclusi:

Una collezione di miele venduta per 18 Pi compresa la spedizione.
Una fotocamera digitale venduta per 65 pi.
Una coppia in edizione speciale di Nike Jordans è stata venduta per un importo sconosciuto di Pi.
Uno scooter per bambini venduto per 3,5 Pi.
Molte altre transazioni tra cui Pi per pannolini per bambini, olio, batterie e componenti automobilistici.
Ci sono stati anche molti abusi del trasferimento in-app. Sebbene tutti i cambi di Pi con valuta fiat fossero proibiti dai termini di servizio, abbiamo ricevuto molte segnalazioni di Pionieri che tentavano di vendere la valuta o di trarne vantaggio. Per esempio:
Alcuni account hanno effettuato migliaia di piccoli trasferimenti di Pi in un paio di giorni. Queste transazioni non sembravano essere legate a beni e servizi reali.
Molti account hanno tentato la vendita diretta di Pi.
Abbiamo ricevuto segnalazioni di persone che sostenevano che stessero raccogliendo fondi in parte per cause caritatevoli, mentre essenzialmente vendevano Pi. Non è stato verificato che la parte dei fondi destinata alla donazione sia stata effettivamente consegnata.
Tutti questi rapporti alla fine alimentano ulteriori cattivi comportamenti quando le organizzazioni possono quindi affermare di avere Pi da vendere in offerte non autorizzate di Pi.
Questi tipi di cattivi comportamenti non aiutano a stabilire un ecosistema Pi sano o a costruire una base per l’economia Pi. Al contrario, mettono in pericolo i pionieri esistenti e futuri con potenziali perdite di denaro e il progetto nel suo complesso offuscando la nostra reputazione.

In conclusione, finora abbiamo imparato due importanti lezioni dal trasferimento pilota in-app:

Consentire alle persone di trasferire Pi dovrebbe essere abbinato a modi sani per spendere la valuta che guida la domanda di Pi.
L’ecosistema Pi ha bisogno di un approccio o una piattaforma sistematica per supportare le applicazioni che scalano i tipi di transazioni salutari sopra elencate e affrontano i mal di testa logistici che sorgono quando si cerca di effettuare transazioni con persone di tutto il mondo.
Questo conclude il nostro aggiornamento per oggi. Cosa ne pensi di questi risultati e valutazioni? Fatecelo sapere unendo l’argomento dalla schermata principale. Non vediamo l’ora del tuo contributo.